Loading..

Storia

1979 engo apre i battenti a Terento, in Val Pusteria. All'inizio, è una piccola azienda dedicata alla costruzione di macchine.

1980 engo intraprende la propria rivoluzionaria attività nel settore degli sport su ghiaccio. Per la prima volta in Italia, si ha lo sviluppo e la produzione di una macchina rasaghiaccio. Contemporaneamente, ha inizio la fabbricazione di sistemi di sponde per piste in VTR (vetroresina), materiale molto durevole.

1984 Un cannone sparaneve ad elica inneva le piste da sci dell'Alto Adige. Ancora una volta, è un prodotto engo il primo della sua categoria a fare la propria comparsa in Italia. Un anno più tardi, ruggiscono i motori di macchine rasaghiaccio più grandi, sviluppate appositamente per il pattinaggio di velocità.

1986 La gamma di prodotti si arricchisce con accessori per lo sport professionistico su ghiaccio.

1987 Cominciano le esportazioni in Svizzera, Germania, Austria e Scandinavia. Qui, engo distribuisce prodotti piloti in Svezia e Finlandia.

1990 Inizia lo sviluppo di macchine con motore elettrico, come alternativa ai modelli alimentati a diesel e a benzina. Alla base di questo nuovo progetto, da tempo in cantiere, vi è la volontà di proteggere gli atleti e gli spettatori all'interno dei palaghiaccio.

Negli anni successivi, vedono la luce svariati altri apparecchi rasaghiaccio di dimensioni più piccole. Parallelamente, dai vertici dell'azienda si promuove l'introduzione di un sistema di sponde a smontaggio rapido per stadi polifunzionali.

1995 La qualità dei prodotti e della gestione aziendale si vede riflessa nelle certificazioni CE e ISO 9001. Nei tre anni successivi, engo sbarca sui mercati di Spagna, Portogallo, Francia, Russia e vari paesi del blocco orientale nonché la Cina.

2006 Molteplici sistemi di sponde e accessori engo trovano posto tra le installazioni dei XX Giochi olimpici invernali, tenutisi a Torino.

2009 engo sperimenta un nuovo salto di qualità con la fabbricazione di una macchina rasaghiaccio ad alto livello di automazione nella cura della superficie ghiacciata.

2011 L'azienda conquista i mercati dei principali Paesi asiatici, del Canada e degli Stati Uniti. engo può, oramai, definirsi un fornitore di soluzioni complete per gli stadi del ghiaccio più esigenti.

2012 In collaborazione con varie università, engo sviluppa un sistema di sponde unico nel suo genere, flessibile e mirato ad attutire gli urti, che si propone come un indispensabile elemento di sicurezza attiva per i giocatori di hockey. Assorbendo oltre 80% della forza d'urto dell'atleta, il sistema riduce il pericolo di frattura ossea e trauma cranico, notoriamente alto sia tra i professionisti che tra i dilettanti.

2012 e 2013 Le macchine rasaghiaccio con motore elettrico engo levigano le piste della Hartwall Arena di Helsinki, dove si disputa il Campionato mondiale di hockey su ghiaccio.

2014 L'azienda sviluppa un'ulteriore alternativa ai motori a combustione interna. Le macchine rasaghiaccio vengono dotate di motore a gas, più efficiente ed ecologico.

Nel 2019 engo Srl è stata integrata nel gruppo TechnoAlpin. La fusione permetterà di unire la conoscenza tecnologica disponibile e di operare su un vasto settore degli sport invernali. In questo modo sarà possibile in futuro andare incontro alle richieste dei clienti in modo ancora più efficace.

Oggi L'azienda è rappresentata in tutto il mondo.